Gioseffo Zarlino
L’istituzioni armoniche

a cura di Silvia Urbani

formato e-book (PDF)

10,00

 

È una storia appassionante, lunga un trentennio, quella delle Istituzioni armoniche di Gioseffo Zarlino.
La vicenda inizia nel 1558, quando esce la princeps per i tipi di Pietro da Fino, poi multato dall’Inquisizione perché in possesso di libri proibiti, e prosegue con le impressioni del 1561, del 1562 e del 1573, tutte stampate dal senese Francesco de Franceschi, tipografo, editore e libraio attivo a Venezia nella seconda metà del Cinquecento. Nel 1589, pochi mesi prima della morte, Zarlino licenzia l’ultima versione dell’imponente trattato, inserendolo nel primo volume di Tutte l’opere «ora di nuovo corrette, accresciute e migliorate». Nell’ultima redazione, arricchita di esempi musicali e ampliata in molti capitoli, l’autore chiosa scrupolosamente i riferimenti e tutte le citazioni letterarie, senza risparmiare, attraverso pungenti allusioni, le critiche ai diffamatori delle sue Istituzioni.
L’opera è suddivisa in quattro parti. Nelle prime due, dedicate agli aspetti «contemplativi», si discetta e si indaga sull’arte sonora come scientia, secondo i canoni della tradizione, con un’approfondita indagine sull’origine della musica e sugli effetti che provoca nel comportamento dell’uomo. Nelle altre due, riservate alla «prattica», vengono fissate in modo didascalico e lapidario le regole da seguire nel contrappunto. Per Zarlino, che non intende introdurre novità clamorose ma chiarire il passato e insieme convalidare la prassi compositiva del suo tempo, la questione musicale è seria, importante, etica e politica insieme.

solo visualizzazione

Autores:
a cura di Silvia Urbani
Titolo L’istituzioni armoniche
anno pubblicazione 2011
numero di pagine 764
contenuti extra 119 figure 207 ess. muss.
ISBN 9788896988305
altre informazioni formato e-book (PDF)
Category:

COD: URANIA|SPECOLA_01-PDF

Gioseffo Zarlino

Silvia Urbani

Diplomata in organo al Conservatorio Benedetto Marcello e laureata in lettere all’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha conseguito il titolo di dottore di ricerca presso l’ateneo di Bologna. Ha collaborato alla redazione del sito www.librettodopera.it dedicato alla schedatura dei libretti d’opera conservati presso la collezione Rolandi della Fondazione Cini e nel fondo Torrefranca del Conservatorio “B. Marcello”. Dal 2003 fa parte del gruppo di ricerca coordinato dalla prof.ssa Anna Laura Bellina che si occupa dell’edizione critica dei drammi per musica di Carlo Goldoni (www.carlogoldoni.it). Ha curato l’edizione critica delle Istituzioni armoniche di Gioseffo Zarlino (Treviso, Diastema, 2011), dei Drammi comici per musica I. 1748-1751 (Venezia, Marsilio, 2007), dei Drammi seri per musica (Venezia, Marsilio, 2010) e dei Drammi comici per musica III. 1754-1755 (Venezia, Marsilio, 2016) di Carlo Goldoni.
Attualmente, titolare di un assegno di ricerca presso l’università di Padova, cura l’edizione critica dei drammi per musica di Apostolo Zeno.

Silvia Urbani

Dedica
All’illustrissimo e reverendissimo signor Vincenzo Diedo, patriarca di Venezia

Proemio
Nel quale si dimostra in qual maniera la musica abbia avuto principio e come sia stata accresciuta, e si ragiona della divisione dell’opera

Prima parte
Nella quale (oltra molt’altre cose appartenenti alla cognizione perfetta della musica) copiosamente si ragiona dei numeri e delle proporzioni che sono le forme delle consonanze; ed è la prima della parte contemplativa

Seconda parte
Nella quale si tratta delle voci e dei suoni che sono la materia delle consonanze; ed è la seconda della prima parte della musica detta speculativa o contemplativa

Terza parte
Nella quale si tratta del modo di porre insieme le consonanze, che sono la materia di che si compone le cantilene, detto arte del contrapunto; ed è la prima della seconda parte della musica che si chiama prattica

Quarta parte
Nella quale copiosamente si tratta dei modi o tuoni che sono le forme delle composizioni musicali; ed è la seconda della seconda parte della musica detta prattica

Nota al testo

Silvia Urbani
Zarlino, musico «prattico» e speculativo, semplicemente perfetto

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Pin It on Pinterest

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di piccoli file (cookie) necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Privacy Policy di diastemastudiericerche.org